E’ stato appena pubblicato il Car Cost Index annuale a cura di LeasePlan, contenente le ultime analisi che mostrano come, in relazione al PIL, i conducenti in Italia e nei Paesi Bassi sostengono il costo di proprietà più elevato; su una media mensile del TCO (Total Cost of Ownership) di Euro 617, in Italia guidare un veicolo costa € 715 al mese.

Il Car Cost Index  è un’analisi approfondita relativa al costo della guida di un veicolo di piccole-medie dimensioni (segmento B&C) in 18 paesi europei. Esso prende in considerazione tutti i diversi costi che l’automobilista deve sostenere in ciascun paese, incluso il carburante, il deprezzamento, le imposte, l’assicurazione e la manutenzione.

Ecco alcuni dei risultati chiave del 2019:

  • Il costo medio relativo alla guida di un veicolo varia in misura consistente nei diversi paesi d’Europa, da €440 al mese in Grecia a €830 al mese in Norvegia. La media europea è di €617.
  • Secondo i dati ponderati in base al PIL, i conducenti nei Paesi Bassi e in Italia sostengono il costo di proprietà più elevato per tutti i tipi di alimentazione, mentre i conducenti in Grecia e nel Regno Unito sostengono il costo più basso.
  • Per i veicoli alimentati da motore a combustione interna, il deprezzamento (36%) rappresenta la parte maggiore dei costi totali, seguito dalle imposte (20%), dal carburante (18%), dall’assicurazione (13%), dalla manutenzione (9%) e dagli interessi (5%).
  • Per i conducenti di auto elettriche, il deprezzamento rappresenta una percentuale maggiore (52%), tuttavia si verifica un risparmio di costi grazie all’utilizzo dell’elettricità come carburante. I veicoli elettrici sono inoltre soggetti a imposte e costi di manutenzione decisamente inferiori, in tutta Europa.
  • Guidare un veicolo elettrico è più competitivo in termini di costo rispetto alla guida di un veicolo alimentato da motore a combustione interna (prendendo in considerazione la media tra diesel e benzina) in Norvegia (stesso prezzo) e nei Paesi Bassi (1% più costoso). Nel Regno Unito e in Danimarca, la competitività in termini di costo è quasi raggiunta.
  • I Paesi Bassi sono il luogo in cui è più costoso guidare veicoli a diesel (€937/mese). Nei Paesi Bassi, la tassa di immatricolazione (BPM) per i veicoli a diesel può giungere fino al 35% del valore di investimento netto del veicolo. Per contro, la Romania è il luogo in cui è più conveniente guidare un veicolo a diesel (€407/mese).
  • La Norvegia è il luogo in cui è più costoso guidare un veicolo a benzina (€851/mese). Si tratta di un importo significativamente più costoso della media europea, che si assesta a €594 al mese. La Grecia è il luogo in cui è più conveniente guidare un veicolo a benzina (€445/mese).